Skip to content

Il terzo mondo in un paese UE

19 novembre 2008

All’alba dell’anno 2000, dovevo rispondere spesso ad un quesito che ai tempi mi faceva ridere: “Ma voi, laggiù, ce l’avete la televisione a colori?” Questo ricordo mi è venuto in mente seguendo (da spettatore) il caso di un bimbo romeno rimpatriato.

La Repubblica, Messagero Veneto, Agi, Asca ed altri insistono sul caso del piccolo Graţian Gruia, rimpatriato in Romania in seguito ad una sentenza. Una storia triste come tutte le storie dei bambini coinvolti nella demenza dei grandi. Riassumendo, il piccolo era maltrattato dalla nonna e abbandonato dalla madre. Giustamente si è deciso l’allontanamento dal cosiddetto “nucleo”. Tra l’altro, stando alla lettera della legge e in base agli ultimi accordi tra i due Paesi.

Tragedia! Ma che dico tragedia, ca-ta-stro-fe! Un lancio d’agenzia recita: “Graţian, che era disperato dal giorno prima, ha vomitato tutta la notte, implorando di essere lasciato nella casa famiglia dove era cresciuto, ma all’indomani e’ stato prelevato e accompagnato a Bucarest da un’assistente sociale e li’ preso in consegna da funzionari rumeni che, incuranti della disperazione del piccolo, lo hanno portato via.”

Quindi, i funzionari che danno retta al giudice sono “incuranti”. Quasi-quasi mi dispiace che in Romania non abbiamo un Brunetta a punire simili comportamenti!

Ma il problema più grande sembra essere il fatto che nessuno sa niente di questo bimbo, da quando è stato rimpatriato. Come se la struttura che l’ha accolto doveva scrivere un rapporto periodico alla stampa.

Allora, informo le tanto premurose persone per la sorte del piccolo, che c’è una legge per la protezione dei minorenni anche in Romania. E che le famiglie che sfruttano bambini sono nella stragrande maggioranza di etnia rom e sono disposti a fare del tutto per riaverli.

Comunque, le autorità hanno confermato che sono state prese tutte le misure necessarie per la sicurezza del bambino e che è ospitato in una struttura idonea. Poi, aggiungo io, nella saletta che fa da soggiorno negli orfanotrofi c’è pure un televisore. A colori.

Annunci
5 commenti leave one →
  1. Dacia Felix permalink
    20 novembre 2008 09:27

    Chi dice la verita? in 2007 Romania Libera raccontava la storia di Gratia Gruia in un modo diverso:
    http://www.romanialibera.ro/a107818/copii-romani-retinuti-de-autoritatile-italiene.html

    Italia ha voluto i’accordo di rimpatrio e adesso vuole cambiarlo. La Romania non ha dovere di satisfare tutti i capricci italiani.

  2. MAURIZIO permalink
    26 novembre 2008 20:26

    Questo post mi fa tornare in mente che…

    5 anni fa se mi avessero chiesto della Romania avrei azzeccato almeno 3 cose: Bucarest, Ceausescu e la sua simpatica moglie, la leggenda di Dracula..e forse Nadia Comanenci ah si la ginnasta famosa…il resto nebbia… giuro.Un giorno passo a fianco a una bancarella di libri e rimango colpito dal titolo di un libro “I bambini delle fogne di Bucarest” scritto da Massimiliano Frassi..lo guardo..lo sfoglio..mi chiedo ma che succede in Romania?parla di bambini, di orfanotrofi, di aborti,di vite spezzate, di un clown scende nelle fognature con loro..adirittura un capitolo dedicato ai cani randagi..i “maidanezi” come li chiamate voi..io che adoro i cani..

    forse al tempo pure io sarei uscito con domande assurde..del tipo ma voi avete……lo ammetto si..

    però mi ha avvicinato alla Romania, ne è valsa la pena si.

  3. 7 gennaio 2009 11:03

    Vorrei sapere se ci sono nuove notizie sul piccolo Gratian? grazie Pierangela

  4. 7 gennaio 2009 11:48

    Sto indagando anch’io. So che anche i giudici romeni avevano deciso in prima istanza un affidamento discutibile, ma è stato bloccato. Cmq, ho chiesto notizie ai miei collegi a Bucarest.

  5. 15 gennaio 2009 21:57

    del bambino se n’è occupata anche Ramona Badescu in veste di consigliere del Sindaco di Roma Alemanno, per i romeni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: