Skip to content

Un commento su Maricica; era una donna prima di essere una straniera

16 ottobre 2010

Mi viene a scriverlo con caratteri cubitali. Maricica per prima era una donna. Una donna non va colpita in quel modo e comunque non da uno che il pugilato l’aveva studiato.
Un uomo che colpisce una donna con quella forza è impensabile nell’Italia de 2010.

Con il generoso concorso della stampa abbiamo sentito che il punto era tutt’altro giorni scorsi; la straniera se la cercata. Non era più una donna, era una straniera che meglio stava a casa sua a fare l’infermiera, tanto l’Italia se la cava da sola.
Le indagini scoprono che il ragazzo ha fatto del tutto per provocarla, ma questo ormai non conta più.

Si è arrivato, lo ripeto nel 2010, a quel pugno. Non uno schiaffo, non uno ceffone, non una normale denuncia per “quella donna che di sana pianta se l’ha presa col bravo ragazzo italiano”.
Seguiamo la tragedia umana delle persone e copriamo di scuse o accuse.

Non voglio fare scenari se la donna era italiana, mi manca il sadismo per farlo. Ma mi chiedo quanto sadismo c’è in giro per non considerare una donna immigrata, una donna al 100%?Uguale a tutte le altre, italiane, svizzere o canadesi. Quanto manca a quella maturità sociale da potersi divincolare della superiorità (a volte immaginaria) che si mostra davanti allo straniero immigrato?

Non posso descrivere lo stupore quando una amica virtuale di Facebook (italianissima) ha commentato sotto un link sulla dramma di Maricica: “lei pero la provokato”. Si cara mia amica, anche se fosse come dici tu, è cosi che si reagisce? Cosi si tratta una donna come te? Oppure non è come te?

Annunci
4 commenti leave one →
  1. narcisa permalink
    16 ottobre 2010 22:26

    Non ci sono parole per commentare certe risposte. Forse stiamo diventando troppo cattivi.Mi dispiace tanto per Maricica che Dio l’a benedica.

  2. Angela permalink
    17 ottobre 2010 19:43

    Niente potrebbe giustificare un colpo violento infranto ad una DONNA, ma questo essere, che non posso chiamare diversamente, ha dimostrato sprezzo verso di LEI dal primo approccio: “Ma al tuo paese non si fa la fila?”. Credo che un po’ ci saremmo risentiti tutti…
    Forse grazie al sindaco Alemanno la giustizia sarà “giusta” anche per Maricica. Certo, non per l’indignazione di massa dei romeni presenti a Roma. Non so il numero, ma fossero soltanto 100, dovevano andare là, a far’ sentita la nostra presenza.
    DUMNEZEU S-O ODIHNEASCA.

  3. 18 ottobre 2010 06:47

    Concordo in tutto, Cornel

  4. Emilia permalink
    20 ottobre 2010 15:43

    Una donna non va colpita neanche con un fiore, figuriamoci con un pugno! La cosa più triste è che la gente è rimasta indiferente per più di 4 minuti, tempo in cui si poteva intervenire per salvare la sua vita. Le persone che passavano e guardavano indiferenti non sapevano che Maricica era straniera….L’indiferenza dell’essere umano ucciderà l’umanità prima o poi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: